L’arte e il suo ruolo nel divenire

  • SEMINARIO:
  • COME SI NOBILITA L’UMANO? L’arte e il suo ruolo nel divenire e nei rapporti umani. Le 7 arti: architettura, scultura, pittura, musica, danza, poesia, teatro. Con esperienze pratiche di pittura a cura di Sara Campitelli.

  • LE CONFERENZE SONO SCARICABILI in formato WMA per ascolto su PC tramite un libero contributo via Paypal o bonifico. Facendo richiesta specifica (indicando titolo e data) al Team di Divulgazione in fondo a questa pagina.

    • Una singola conferenza : libero contributo
    • L’intero ciclo di studi: libero contributo

Cosa è l’arte? Da dove viene? Perchè nell’uomo compare la necessità di fare arte? Oppure: perchè un dato colore, una data forma architettonica o scultorea, una data armonia o melodia musicale suscita in noi determinati e ben precisi stati d’animo?

Questi sono tutti quesiti destinati a restare insoluti ad ogni mente filosofica, mistica o scientifica.

Sembrerebbe che la fonte da cui attinge il pittore, lo scultore, il poeta e il musicista si trovi in qualche remota zona dell’anima umana, in un luogo lontano e sconosciuto ove, per giungervi occorra valicare pendii, vallate e abissi tenebrosi.

L’ispirazione artistica o il piacere contemplativo artistico pare come giungere da un luogo di sogno, un luogo in cui noi, seppur essendo svegli, possiamo solo accedervi se smorziamo, abbassiamo o attenuiamo l’ordinario stato di coscienza.

In altri termini: accade qualcosa di magico, di inusuale che non appare sovrinteso dall’autocoscienza, ma che anzi tende a sopraffarla, con delicatezza e garbo, in maniera maliarda e accattivante.

 In realtà il mondo ove vive l’elemento artistico, è lo stesso mondo sovrasensibile del quale si occupa il religioso indicandolo come regno di Dio e il filosofo come mondo archetipico: si tratta di un  reale mondo sovrasensibile che è alla base del mondo sensibile. Un’anima capace di trasporsi in determinati stati di coscienza in piena consapevolezza di sé accede alla comprensione reale del mistero dell’arte.

L’iniziato o veggente che penetra nei mondi sovrasensibili scopre che la sorgente o mondo da dove ogni artista trae la sostanza delle sue creazioni artistiche, è la medesima nella quale egli fa le sue esperienze spirituali.

L’iniziato sa, che così come si attingono forze rigenerative per la stanchezza del corpo durante il riposo notturno nel sonno, egli sa che la capacità di fare e di apprezzare arte viene attinta anch’essa durante il sonno.

Non si deve credere che in un artista sia razionalmente e coscientemente chiaro ciò che è misteriosamente infuso nelle sue opere; le ripercussioni delle sue esperienze astrali non hanno bisogno di imprimersi sino alla coscienza fisica per vivere nelle sue opere.  L’artista non è quasi mai necessariamente cosciente delle sue creazioni.

La vera arte è la ricerca di una relazione fra l’uomo e lo spirito: portare la vita divino spirituale sulla terra e riconoscere in ogni manifestazione naturale l’agire dello spirito.

Grazie alla conoscenza spirituale, si devono riacquisire di nuovo quelle forze o facoltà spirituali che erano possedute atavicamente dall’uomo dei primordi, il quale produceva vera arte, ma tali forze devono essere presiedute e attivate in modo autocosciente, non in modo istintivo come fu un tempo. Vera arte può nascere solo accanto alla vera conoscenza: un’arte che agisca per istinto o per ispirazione inconsapevole non è più arte cosciente.


Per ordinare il seguente prodotto digitale: https://unicornoscorsi.wordpress.com/informazioni/

ordine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...